IL GREEN INDOOR COME COMPLEMENTO D’ARREDO

Moda ormai sempre più affermata e radicata è il ricorso al verde come complemento d’arredo. Verde che, dall’outdoor, diviene elemento immancabile anche negli interni delle abitazioni. Non serve possedere il pollice verde, anche i meno pratici e attenti potrebbero optare per il green indoor, scegliendo le specie giuste.

Gli ambienti diventeranno più belli si, ma non solo! Le piante arredano, gratificano l’occhio, aggiungono colore, non sono particolarmente costose, ma soprattutto fanno bene all’umore. Tra i vantaggi apportati, il benessere psichico ed il senso di pace che infondono, non sono da sottovalutare, oltre naturalmente a quello fisico. Depurazione dell’aria e produzione di ossigeno sono in cima alla lista dei PRO.

Le soluzioni sono infinite, dalle Orchidee, tradizionali ed eleganti, all’Agave, alla Kenzia, a quelle più esotiche come il Banano o il Ficus, ai sempreverdi resistenti come i Potos, o ancora i Cactus o la Sansevieria. Anche le piante grasse sono un’ottima soluzione per i meno portati ed in cucina non facciamo mancare dei vasetti con delle erbette aromatiche. Prezzemolo, rosmarino, timo, salvia, basilico saranno belli da vedere ed utili per la preparazione dei pasti.

Ci si può sbizzarrire nella scelta dei vasi. Da quelli a forma di bicchieri o di cactus, ai totem che riproducono persone come quelli disegnati da Miriam Mirri per “Plust”, disponibili in diverse colorazioni. O ancora quelli firmati “Slide”, in polietilene e luminosi con led e possibilità di luce RGB.

La natura entra in casa e con essa anche la fantasia, la creatività. Oltre ai vasi dal design particolare, tanto usate sono le fioriere da soffitto, hanger plant in corda per uno stile più bohemien, o ancora soluzioni fai da te che riutilizzano vecchi arnesi, scalette, acquari, addirittura mestoli da cucina o bulbi di lampadine.

Per chi, invece, vuole stupire ed osare, muschi e licheni stabilizzati potrebbero essere il rivestimento d’arredo che cercava! Intere pareti della propria casa da rivestire con piante di bassa o media crescita. Il supporto è dato da un semplice piano in materiale plastico su cui vengono installati licheni, muschi o essenze verdi stabilizzate. Non hanno bisogno di acqua, ma solo di un tasso di umidità inferiore al 40%. “Officina del Verde” ne prevede diverse tipologie adattabili ai vari gusti e saprà aiutarti ad aggiungere l’originalità che mancava!